Notizia

Categorie:
06 gennaio 2016

Xaar rafforza la sua attività di stampa 3D con la nomina del Professor Neil Hopkinson

Xaar plc, leader mondiale nella tecnologia a getto d'inchiostro industriale, è lieta di annunciare la nomina del Professor Neil Hopkinson ad un nuovo ruolo come direttore di stampa 3D.  Il Professor Hopkinson, che si è unito a Xaar nel marzo 2016, è l'inventore originale della rivoluzionaria tecnologia di sinterizzazione ad alta velocità (HSS). Egli porta con sé 19 anni di esperienza nella tecnologia di produzione additiva acquisita presso l'Università di Sheffield, l'Università di Loughborough, l'Università di De Montfort, 3D Systems e l'Università di Nottingham.

Nel suo nuovo ruolo con Xaar, Neil costruirà una squadra di livello mondiale per continuare lo sviluppo della tecnologia HSS nonché altri processi produttivi additivi; l'attenzione del team sarà sull’accelerazione del successo dei partner OEM di Xaar nell'emozionante settore della produzione additiva.  HSS è un rivoluzionaria tecnologia che utilizza le testine di stampa a getto d'inchiostro e riscaldatori a raggi infrarossi per la fabbricazione di prodotti strato per strato da materiali in polvere polimerica a velocità molto più elevate rispetto agli altri processi produttivi additivi.
Il Professor Hopkinson ha già raggiunto un notevole successo con la conduzione del Factum Project finanziati dal Regno Unito.  Questo progetto triennale, che si conclude nel 2016 è stato istituito per sviluppare la supply chain e le funzionalità di produzione full scale per nuove tecnologie di produzione additiva per applicazioni nei principali settori industriali all'interno dell'economia del Regno Unito attraverso tre principali partner; Unilever (FMCG), BAE Systems (Aerospaziale) e Cobham Technical Services (Spazio e Comunicazioni). Il ruolo di Xaar, che è parte integrante di questo progetto, si è concentrata sull’ottimizzazione delle prestazioni di fluidi specialistici di terze parti in combinazione con le sue testine di stampa leader di mercato. 

 "La stampa industriale 3D sta entrando in una fase importate di maturazione e sono entusiasta di entrare a far parte di Xaar in questo momento critico", ha commentato il professor Hopkinson. "È chiaro che la stampa inkjet sarà una tecnologia significativa man mano che il settore della stampa 3D avanza fino a diventare parte integrante della produzione mainstream. 

Come fornitore leader per i produttori di apparecchiature di stampa di tutto il mondo, Xaar è in una posizione forte per accelerare l'adozione della tecnologia HSS in diverse applicazioni chiave”. 

 Siamo entusiasti del fatto che Neil abbia accettato di unirsi a noi", ha commentato il CEO di Xaar Doug Edwards.  "Siamo entusiasti del potenziale della HSS e i altre tecnologie di produzione additiva per espandere gli orizzonti di Xaar e sfruttare nuove opportunità".

L'Università di Sheffield, presso cui Neil ha lavorato e condotto il Factum Project negli ultimi anni, continuo a guidare il Regno Unito nello sviluppo e nella ricerca di processi di fabbricazione additivi e avanzati. "Siamo orgogliosi dei risultati del professor Hopkinson e del suo team e diamo il benvenuto all’investimento di Xaar per portare avanti la commercializzazione di questa tecnologia emozionante. È un fantastico esempio di come la nostra ricerca si traduca in applicazione industriale e non vediamo l'ora di continuare l'impegno con Neil nel suo nuovo ruolo", ha dichiarato il professor Mike Hounslow, Pro-Rettore di Ingegneria presso l'Università di Sheffield. Commentando il nuovo ruolo del Professor Hopkinson all'interno di Xaar, Paolo Howells, VP R&D Packaging presso Unilever, partner del Factum Project, ha dichiarato "La decisione di Xaar di investire in HSS testimonia i progressi raggiunti dal Factum Project. Questo è un segnale molto positivo per il futuro di questa tecnologia e per la Fabbricazione Additiva nel Regno Unito".

Risorse correlate